Modi di dire con la parola “orecchio”

a orecchio
Senza una conoscenza teorica della musica; senza leggere lo spartito. In senso lato, riferito a un discorso o simili, parlare per sentito dire o senza conoscenza diretta dell’argomento, oppure improvvisando su un tema cui non si era preparati, regolandosi secondo la situazione che si ha di fronte.

allungare le orecchie
cercare di ascoltare un discorso altrui, o di carpire informazioni varie, senza farsi notare.

aprire bene le orecchie
Prestare la massima attenzione, stare molto attenti a quanto si sta per ascoltare.

aver l’orecchio fine
Sentirci molto bene, avere un udito particolarmente sensibile e sviluppato Anche figurato.

avere gli orecchi foderati di prosciutto
Non sentire o fingere di non sentire, come se si avessero le orecchie coperte da grosse fette di prosciutto che non lasciano passare i suoni.

avere le orecchie lunghe
Essere indiscreti, curiosi, invadenti; ascoltare anche indebitamente i discorsi altrui e quindi sapere tutto di tutti. In senso lato, anche origliare, spiare.

avere orecchio
Avere un udito molto acuto, e in particolare avere grande attitudine a percepire con precisione l’armonia dei suoni o l’intonazione delle note musicali.

entrare da un orecchio e uscire dall’altro
Essere immediatamente dimenticato, non rimanere impresso nella memoria perché ritenuto di poco conto.

essere duro d’orecchio
Sordo o sordastro. In senso figurato, si dice anche di chi finge di non sentire, come se si avesse l’orecchio poco elastico e quindi indurito.

essere tutt’orecchi
Essere molto concentrati e attenti nell’ascoltare qualcosa, esserne molto interessati.

fare orecchie da mercante
Fingere di non sentire, di non aver capito.

mettere la pulce nell’orecchio
Insinuare un dubbio, un sospetto, una curiosità.

non aver né bocca né orecchi
Evitare di farsi coinvolgere in qualcosa, come rifiutandosi di parlare e di ascoltare. Anche essere molto discreti.

non avere né occhi ne orecchie
Essere il massimo della discrezione, fingere di non vedere e non sentire nulla, come se si fosse privi di occhi e di orecchie.

non sentirci da un orecchio
Non volere ascoltare, e in particolare non voler esaudire una richiesta con la scusa di non averla sentita perché pronunciata dalla parte dell’orecchio sordo.

rizzare le orecchie
Mostrare un interesse improvviso per un discorso che si sente, e quindi ascoltarlo con estrema attenzione.

sentirsi fischiare le orecchie
Un’antica credenza vuole che se qualcuno parla di una persona assente, questa si sente fischiare le orecchie.

stare con l’orecchio teso
Stare molto attenti per captare il minimo rumore, soprattutto per capire se sta arrivando qualcuno che si aspetta o si teme.

sturare le orecchie a qualcuno
Costringere qualcuno ad ascoltare, fargli capire bene quello che non vorrebbe sentire.

tapparsi le orecchie
Rifiutarsi di ascoltare.

tendere l’orecchio
Stare bene attenti per cercare di sentire quello che viene detto o altro.

tirare le orecchie
Rimproverare in tono blando, quasi bonario, per errori, difetti o mancanze di poco conto.

Questo sito usa i cookie, anche di terze parti. Se continui a navigare nel sito, presti consenso a tale uso dei cookie.